Le parole volano
23 settembre 2017 ore 21:00

Il cartellone del Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto si inaugura il 23 settembre 2017 alle ore 21 con “Le parole volano. Festa della lettura pubblica”, progetto speciale del Teatro Mandanici, ideato dal direttore artistico Sergio Maifredi. Grandi nomi in campo per coinvolgere gli spettatori: in scena Tullio Solenghi, Massimo Wertmuller, Corrado d’Elia che completa il cast con Roberto Alinghieri e Rosario Lisma e con l’Orchestra a ballo “Novecento” composta da Antonio Livoti (ideazione musicale, chitarra), Delfio Plantemoli (fisarmonica), Cesare Frisina (violino), Francesco Di Stasio (contrabasso) e Fabio Sodano (flauto traverso). Per “Le parole volano”, che si terrà nel parco del Teatro, biglietto unico a prezzo simbolico di 3 euro.
“La cultura ed il teatro – spiega il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto, Roberto Materia – non devono avere confini. Immaginando quindi di vedere in questo evento che aprirà la stagione la partecipazione di spettatori di tutte le fasce di età, mi auguro che siano presenti in particolare le giovani generazioni, così da confermare l’interesse che il nostro Teatro ha saputo suscitare per una serata da trascorrere insieme con chi ha qualche anno in più e vuole rivivere i fasti di un tempo. Si tratta di una festa. Sono certo che registrerà una larga partecipazione”.
“Tullio Solenghi, Massimo Wertmuller, Corrado d’Elia, Roberto Alinghieri e Rosario Lisma – spiega Sergio Maifredi – daranno vita ad un reading creando un percorso intimo, diverso per ogni gruppo di spettatori, esplorando i passi della letteratura italiana che ci appartengono, che devono appartenere a tutti. Il pubblico non è solo quello che ama il teatro. Il pubblico, in questo caso è tutta la città, che ascolta, che partecipa. L’idea è che le parole siano nate per vivere nella loro forma orale, con una loro tridimensionalità data dal suono, dal timbro, dall’intenzione di chi quelle parole pronuncia. E allora il desiderio è quello di vivere il rito collettivo della lettura pubblica, condivisa, a voce alta. Ed è una festa, nel senso di momento non ordinario, straordinario, fuori dall’ordinario. Il teatro si apre, esce all’esterno, va incontro alla città. È un brindisi alla cultura condivisa. Il nostro auspicio? Che il pubblico riscopra la bellezza di leggere ad alta voce, leggere ad alta voce per un figlio, per un amico, per un genitore. Leggere ad alta voce per vivere insieme una parola che, se rimane in un libro, sta ferma … verba manent, le parole rimangono, sì, ma a voce alta verba volant, le parole volano”.
“Le parole volano” è uno dei due spettacoli – assieme alla riproposizione di “Un canto mediterraneo” nei Teatri Antichi di Catania e Taormina che ha avuto luogo rispettivamente il 3 e il 7 agosto 2017 – oggetto della convenzione firmata tra il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto e Taormina Arte nell’ambito delle manifestazioni finanziate dall’Assessorato Regionale al Turismo Sport e Spettacolo e finalizzate alla promozione turistica attraverso la circuitazione di produzioni teatrali. “Partendo dalla considerazione che si è trattato di avviare un teatro e lo abbiamo fatto con la nomina di un Direttore Artistico, e che la prima Stagione è stata molto soddisfacente da ogni punto di vista, e già questo era per noi un traguardo – conclude il sindaco Roberto Materia – l’essere stati inseriti in un finanziamento regionale rappresenta un ulteriore riconoscimento e motivo di grande soddisfazione nonché la possibilità di esportare oltre i confini della città la validità del nostro progetto artistico”.