Il Teatro Mandanici teatro di tutti… e ci sono perfino i biglietti “sospesi”

“Al Teatro Mandanici si deve una parte importante della rinascita della città, che oggi anche di sera è viva e accogliente”. Con le parole del sindaco Roberto Materia si è aperta la conferenza di presentazione delle novità che provano l’impegno straordinario dell’amministrazione comunale di Barcellona Pozzo di Gotto per una scommessa – ha ricordato il primo cittadino – che ormai si può giudicare vinta. E l’obiettivo primo è stato ed è quello di far sì che il Teatro sia di tutti. Di tutti perché capace di venire incontro ai gusti diversi di diversi spettatori. Di tutti perché per tutte le tasche. Di tutti perché palcoscenico anche dei talenti, nuovi e consolidati, del territorio. Soprattutto, questo è un teatro aperto, ‘dedicato’ alle famiglie, che sono il cuore della nostra comunità, e ai giovani, che sono la futura classe dirigente e nei quali abbiamo fondatamente la massima fiducia”.

E dopo i saluti del vicesindaco Filippo Sottile, che ha ricordato come “l’interesse suscitato dal teatro è tale da richiamare persone da tutto il Messinese e dal resto della Sicilia, tanto che del Mandanici si sente parlare bene davvero dappertutto”, ecco intervenire il segretario generale Lucio Catania e l’assessore Angelita Pino in un foyer gremito di rappresentanze degli istituti scolastici, dai dirigenti ai professori agli studenti, ma anche delle accademie di musica e danza e da associazioni e club service.

“Suscitare la passione per il teatro significa suscitare interesse, curiosità, attenzione per la cultura, la bellezza e il talento. Mettere in moto pensieri ed emozioni”, ha ricordato il segretario Catania. “La grande partecipazione a questo incontro e il grande interesse già registrato per gli spettacoli del ciclo ‘Teatro in Famiglia’ – ha commentato l’assessore Pino – ci confermano del fatto che il nostro impegno è ben indirizzato e foriero di ottimi risultati”.

Deliberata meno di una settimana fa, ecco dunque la novità, un’idea che accende i riflettori sul grande cuore della comunità barcellonese, sulla volontà costante della Giunta Materia di promuovere il piacere della cultura tra le nuove generazioni e sulla capacità di mettere insieme soggetti diversi per un buon proposito comune. Si chiama “biglietti sospesi” ed è l’iniziativa lanciata dal Comune di Barcellona Pozzo di Gotto e prontamente accolta da associazioni e club service da un lato e dalle scuole del territorio dall’altro lato. Un meccanismo semplice, riscritto sulla falsariga del “caffè sospeso” napoletano che ha già fatto storia.

Ad ogni associazione che acquista 25 biglietti per uno spettacolo della Stagione 2019/2020 del Teatro Mandanici, il Comune regala 2 “biglietti sospesi”. E naturalmente le associazioni possono acquistarne altri per proprio conto. Tutti i “biglietti sospesi” vengono sorteggiati tra tutti gli studenti particolarmente meritevoli segnalati dalle scuole medie superioi cittadine, che dovranno indicarne due per classe, e l’auspicio è che siano così tanti i “sospesi” da non “lasciare fuori” alcun allievo. I ragazzi sorteggiati troveranno al botteghino il proprio biglietto che figurerà come regalato dalle associazioni.

Menu