Il Lions Club prima associazione ad aderire ai “biglietti sospesi”

Continua a far parlare e, soprattutto, a dare risultati concreti l’iniziativa dei “biglietti sospesi” al Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto. Lanciata dall’amministrazione comunale, ha visto impegnata fin da subito la Giunta, con il sindaco Roberto Materia e gli assessori che hanno acquistato un pacchetto di “ticket” destinandoli agli ospiti della comunità rifugio gestita dall’Ipab.

Ora arrivano altre buone notizie. Il Comune ha stipulato un’apposita convenzione sui “biglietti sospesi” con il Lions Club di Barcellona Pozzo di Gotto, presieduto da Giuseppe Quattrocchi, che è dunque la prima associazione ad aderire ufficialmente all’iniziativa.

Riflettori accesi, insomma, su un impegno filantropico e solidale che è indirizzato a promuovere il piacere della cultura tra le nuove generazioni. Riscritta sulla falsariga del famoso “caffè sospeso” napoletano, l’iniziativa “biglietti sospesi” prevede che ad ogni associazione che acquista 25 biglietti per uno spettacolo della Stagione 2019/2020 del Teatro Mandanici, il Comune regali due “biglietti sospesi”. E naturalmente le associazioni possono acquistarne altri per proprio conto. Tutti i “biglietti sospesi” vengono infine sorteggiati tra gli studenti particolarmente meritevoli segnalati dalle scuole medie superiori cittadine, che dovranno indicarne due per classe, e i ragazzi sorteggiati troveranno al botteghino il proprio biglietto che figurerà come regalato dalle associazioni.

Ma non è tutto. Stanno aderendo anche singoli cittadini. Il primo a dare il buon esempio è l’esperto del sindaco a titolo gratuito Gaetano Mercadante, che ha acquistato un pacchetto di “biglietti sospesi” destinandoli ad alunni del l’istituto comprensivo “Terme Vigliatore”, in cui insegna. Infine, si stanno facendo avanti anche associazioni culturali di città limitrofe a Barcellona Pozzo di Gotto, che li destineranno a istituti scolastici del loro comprensorio. I biglietti, in questo caso, restano “sospesi” ma la scelta dei giovani a cui regalarli è a cura delle scuole che li riceveranno in omaggio.

Menu