Tra sorrisi, musica e battute, è successo per “La macchina della felicità”

Lunghissimo applauso finale per Flavio Insinna e la sua “Piccola Orchestra”. Ma anche tanti sorrisi, risate e applausi a scena aperta per tutto lo show. Durato oltre due ore, “La macchina della felicità” ha visto la platea del Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto appassionata e coinvolta con Insinna capace di accendere un dialogo intenso con gli spettatori, diventati così coprotagonisti dello spettacolo che – nei commenti raccolti a conclusione – è stato definito “scoppiettante”, “brillante”, “intrigante”, “divertente”, “intelligente”. Tra comicità d’autore, momenti di riflessione, musica e prosa, lo show è stato una vera e propria “iniezione” di speranza e serenità. L’incisivo monologo sul valore delle donne e l’accorata interpretazione della ricerca della più sospirata forma di felicità, quella che si realizza incontrando l’amore, tra i tanti momenti da ricordare di una serata che con la sua atmosfera ha ben celebrato l’inizio delle feste. Feste che vedranno al “Mandanici” un altro appuntamento, tanto sentito quanto apprezzato: giovedì 26 dicembre alle ore 19 sarà infatti di scena il “Gran Concerto di Fine Anno” della Banda Placido Mandanici, che vedrà eseguita, per la prima volta in epoca moderna, l’ouverture dell’opera “L’isola disabitata”, la prima opera del musicista e compositore al quale sono intitolati il Teatro e la stessa Banda.

Menu